IL LINGUAGGIO DEL GATTO

british-byron-cattery

Il nostro gatto comunica con comportamenti e suoni: se si impara a riconoscerli sarà molto più facile capirlo.

Partiamo con un comportamento tipico che avrete più volte visto fare al vostro felino:STROFINARSI SU OGGETTI E PERSONE. Questo comportamento è utilizzato sia per segnare il territorio,sia per dimostrare affetto:in particolare se  il vostro gatto strofina il proprio muso contro il vostro viso,vi sta chiaramente dimostrando che vi vuole bene.

Quando invece mentre lo accarezzate si gira mostrandovi la parte posteriore è un chiaro segno della fiducia che ha in voi: i felini in natura si conoscono e riconoscono in base all’odore,in particolare quello delle secrezioni ormonali.

Se vedete il vostro MICIO IMPASTARE su una coperta o sulla vostra pancia,significa che è felice: questo comportamento istintivo è legato al periodo dell’allattamento al seno materno,quando ancora cucciolo faceva lo stesso movimento sulla pancia di mamma gatta.

La CODA è un indicatore importante dell’umore del gatto: quando è dritta con la parte finale ad uncino significa che  vi sta dimostrando affetto; quando è completamente dritta, indica che la sua attenzione  è stata colpita da qualche rumore o odore; quando si muove sinuosa e ritmica, indica che il vostro gatto è concentrato e pronto a sferrare un attacco,magari ad una malcapitata formica.Quando invece la coda si gonfia,è segno di paura o irritazione.

Quando il vostro amico felino si mette con la pancia all’aria,significa che è rilassato o che vuole comunicare sottomissione.

Infine le FUSA,il tipico “ronf ronf” che sentiamo spesso fare al nostro amato amico peloso,il più delle volte indica soddisfazione e appagamento,ma attenzione che questo tipico comportamento può indicare anche l’esatto contrario: paura, malessere dato da una situazione.

Imparare a comunicare con il proprio gatto aiuta a comprenderlo,a capire i suoi stati d’animo connessi al modo in cui interagiamo con lui per rendere ancora più speciale il nostro rapporto.

 

BRITISH SHORTHAIR E SCOTTISH FOLD E STRAIGHT: IL CARATTERE

british-byron-post

Oggi parliamo del carattere di queste meravigliose razze feline: British Shorthair, Scottish Fold e Straight.

Il British Shorthair è per natura un gatto relativamente tranquillo,amante della vita domestica e spesso silenzionso. Ma ciò che caratterizza maggiormente il British Shorthair è l’attaccamento al proprio umano, con cui nel tempo costruisce un rapporto intimo fatto di gesti e abitudini simboli di un profondo amore.

Ama stare nelle vicinanze soprattutto nei momenti di relax,quando il silenzio della casa viene addolcito dal suo tipico “ronf ronf”.

Riesce ad instaurare un ottimo rapporto con tutti i membri della casa, anche con i bambini ama giocare a condizione che il gioco non diventi troppo scatenato.

Il British Shorthair e un gatto che si adatta a convivere molto facilmente con gli altri animali,sia felini che di altre specie: cani,coniglie e anche volatili.

Parlando dello Scottish Fold e Straight,la prima differenza che balza agli occhi è la capacità di stare completamente a proprio agio in una stanza molto rumorosa,e magari continuare a sonnecchiare dolcemente su una sedia.

Come i loro dolcissimi occhi,gli Scottish Fold e Straight sono gatti tenerissimi,molto attaccati al proprio umano con cui amano “colloquiare” con la loro graziosa vocina.

Si adattano quando in casa ci sono altri animali e soprattutto sono tranquilli sia in casa propria sia negli spostamenti in hotel o case vacanze, sempre chiaramente in compagnia del loro umano.

Amano essere coccolati,per loro le carezze non sembrano mai abbastanza: il divano è il luogo perfetto per poter riceverle,magari la sera davanti alla televisione o in compagnia di un buon libro.

Sia British Shorthair che Scottish Fold e Straight da cuccioli sono chiaramente vivaci e hanno bisogno di essere educati con amore alle regole della casa: con il tempo,diventando adulti ,impareranno a rispettare gli spazi e la convivenza con loro sarà perfetta.

british-byron-cattery-allevamento

Se stai aspettando l’arrivo di un gattino non dimenticare di dedicargli in casa un posto tutto suo: in cucina o in salotto così si sentirà meno solo.

Quando arriva nella nuova casa il gattino è spesso spaventato ed ha bisogno di qualche giorno per abituarsi ai nuovi rumori ed odori.

Ricordati di riservare un posto per la pappa,uno per la nanna,un’area per la lettiera (lontana dalle prime due) e infine un’area per il gioco con qualche pupazzo e possibilmente un tiragraffi.

Gioca spesso con lui e accarezzalo,questo lo renderà più sicuro e lo farà abituare a te: usa il suo nome per chiamarlo,anche se all’inizio non capirà con il tempo il cucciolo imparerà a riconoscere il suono del suo nome.

Non sarà necessario insegnare al cucciolo l’uso della lettiera,il piccolo lascia l’allevamento che già è in grado di farlo autonomamente.

Per il riposo va bene un cesto o una coperta,anche se con il tempo probabilmente il gattino preferirà sonnecchiare sul divano magari accanto a te.

Quando lascia l’allevamento il gattino è già vaccinato e sverminato: ricordati di proteggerlo dalle pulci con un prodotto specifico per cuccioli anche se lo tieni in casa.

Il gatto si pulisce da solo,ma puoi abituare il piccolo al bagnetto,l’importante è farlo fino a che è cucciolo.

Non essere troppo preoccupato se ti sembra che  il cucciolo non mangi abbastanza,di solito i gatti si regolano autonomamente: se vuoi stare tranquillo chiama l’allevamento o il veterinario.